Consiglio di Stato Sez. IV sentenza n. 618 del 27 gennaio 2011

(2 massime)

(massima n. 1)

Numerose sono le fattispecie che esulano dall'applicazione del preavviso di rigetto, il quale, considerato quale istituto di carattere generale che si inscrive nel sistema delle garanzie di partecipazione procedimentale, non riguarda i casi in cui le predette esigenze sono comunque assicurate dalla specifica ed analitica disciplina dei relativi procedimenti.

(massima n. 2)

Nel processo amministrativo, trova applicazione il principio di cui all'art. 2697 c.c., in forza del quale Ŕ onere di chi agisce in giudizio indicare e provare i fatti a sostegno delle proprie pretese, non ostando a ci˛ il principio dispositivo con metodo acquisitivo. Pertanto, non pu˛ mai ammettersi un'assoluta e generale inversione dell'onere della prova, non essendo consentito al a.g.a. di sostituirsi alla parte onerata qualora la stessa non si trovi nell'impossibilitÓ di provare il fatto posto a base della sua azione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.