Cassazione civile Sez. III sentenza n. 11453 del 12 novembre 1998

(1 massima)

(massima n. 1)

Mentre la responsabilitā del falsus procurator nei confronti del terzo contraente incolpevole č espressamente disciplinata dall'art. 1398 c.c., nessuna espressa disposizione contempla la responsabilitā del terzo contraente nei confronti dello pseudo rappresentato, ingiustamente danneggiato dalla stipulazione del contratto a suo falso nome, donde l'applicabilitā, a tale diverso rapporto, del generale divieto di neminem laedere, di cui all'art. 2043 c.c., con conseguente previsione della necessitā dell'accertamento del dolo o della colpa, accertamento che costituisce questioni di fatto, come tale demandata al giudice di merito, e non censurabile in sede di legittimitā se adeguatamente e logicamente motivata.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.