Cassazione penale Sez. V sentenza n. 6427 del 13 febbraio 2015

(1 massima)

(massima n. 1)

Nel delitto di sequestro di persona a scopo di estorsione, la limitazione della libertÓ personale della vittima pu˛ realizzarsi, oltre che con la coercizione fisica che impedisce in concreto ogni libertÓ di movimento, anche attraverso l'inganno, sempre che questo sia idoneo a creare nel soggetto passivo l'apparenza di un pericolo, per la sua incolumitÓ o per il suo patrimonio, tale da indurlo ad autolimitarsi.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.