Cassazione civile Sez. III sentenza n. 2635 del 25 marzo 1996

(1 massima)

(massima n. 1)

L'errore sul prezzo della prestazione, pattuito dai contraenti, pu˛ dare luogo all'azione di rescissione per lesione, ma non costituisce errore essenziale, ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 1428 codice civile, e non Ŕ causa di annullabilitÓ del contratto, qualunque sia l'entitÓ della sproporzione tra le reciproche prestazioni, salvo che non si traduca in un errore su di una qualitÓ essenziale della cosa.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterÓ seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.