Cassazione civile Sez. III sentenza n. 5372 del 5 aprile 2003

(1 massima)

(massima n. 1)

Nel sancire la nullitā del contratto per contrasto con norme imperative, l'art. 1418 c.c. fa salvo il caso in cui Ģla legge disponga diversamenteģ. Ne consegue che tale nullitā va esclusa sia quando risulta espressamente prevista una diversa forma di invaliditā (es., annullabilitā) sia quando la legge assicura l'effettivitā della norma imperativa con la previsione di rimedi diversi, quali la decadenza da benefici fiscali e creditizi (es., art. 28 legge n. 590 del 1965).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.