Cassazione penale Sez. I sentenza n. 1841 del 14 febbraio 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

Il reato di sequestro di persona previsto dall'art. 605 c.p. tutela il bene giuridico della libertÓ personale, costituzionalmente garantito, che viene leso da qualsiasi apprezzabile limitazione della libertÓ, intesa quale possibilitÓ di movimento privo di costrizioni. La qualitÓ di incapace non pu˛ escludere tale tutela, diretta anzitutto a preservare il bene della libertÓ di ogni soggetto; Ŕ configurabile pertanto la violazione dell'art. 605, e non quella dell'art. 574 c.p. (sottrazione d'incapace), anche ai danni di un minore, quale che sia la sua etÓ (nella specie trattavasi di bambino di trenta mesi).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.