Cassazione civile Sez. Lavoro sentenza n. 8360 del 20 settembre 1996

(1 massima)

(massima n. 1)

Qualora un contratto collettivo Ś che costituisce uno strumento di composizione di conflitti sorti in un determinato momento Ś venga stipulato senza l'indicazione di una scadenza, detta mancanza non implica che gli effetti del contratto perdurino nel tempo senza limiti, atteso che Ś in sintonia con il principio di buona fede nell'esecuzione del contratto ex art. 1375 c.c. ed in coerenza con la naturale temporaneitÓ dell'obbligazione Ś deve essere riconosciuta alle parti la possibilitÓ di farne cessare l'efficacia, previa disdetta, anche in mancanza di una previsione legale, non essendo a ci˛ di ostacolo il disposto dell'art. 1373 c.c. che regola il recesso unilaterale nei contratti di durata quando tale facoltÓ Ŕ stata prevista dalle parti, senza nulla disporre per il caso di mancata previsione pattizia al riguardo.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.