Cassazione civile Sez. I sentenza n. 23430 del 17 novembre 2016

(1 massima)

(massima n. 1)

La rimessione in termini, disciplinata dall'art. 153 c.p.c., non pu˛ essere riferita ad un evento esterno al processo, impeditivo della costituzione della parte, quale la circostanza dell'infedeltÓ del legale che non abbia dato esecuzione al mandato difensivo, giacchÚ attinente esclusivamente alla patologia del rapporto intercorrente tra la parte sostanziale e il professionista incaricato ai sensi dell'art. 83 c.p.c., che pu˛ assumere rilevanza soltanto ai fini di un'azione di responsabilitÓ promossa contro quest'ultimo, e non giÓ, quindi, spiegare effetti restitutori al fine del compimento di attivitÓ precluse alla parte dichiarata contumace, o, addirittura, comportare la revoca, in grado d'appello, di tale dichiarazione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.