Cassazione civile Sez. I sentenza n. 11218 del 10 maggio 2013

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di procedimento per la modifica delle condizioni di separazione, non č affetta da inammissibilitā per tardivitā la domanda di affidamento condiviso formulata per la prima volta all'udienza di fronte al tribunale, trattandosi di procedimenti in cui vengono in rilievo finalitā di natura pubblicistica relative alla tutela e cura dei minori, non governati, quindi, dal principio della domanda.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.