Cassazione civile Sez. II sentenza n. 5955 del 10 novembre 1981

(1 massima)

(massima n. 1)

L'ipotesi del testatore che proceda alla divisione dei suoi beni tra gli eredi, differendo per˛ l'attuazione della medesima alla morte del coniuge superstite, designato usufruttuario di tutto il relictums, non Ŕ riconducibile nell'ambito della divisio inter liberos, di cui all'art. 734 c.c., postulante, per la sua configurazione, la mancanza di un precedente stato di comunione tra coeredi, per essere questi ultimi successori, non in quote astratte, bensý in quote concrete e determinate dallo stesso testatore con un atto avente nel contempo, effetti dispositivi e reali.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.