Cassazione civile Sez. III sentenza n. 8756 del 25 ottobre 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

L'impignorabilitÓ prevista dall'art. 514, n. 4, c.p.c., che si riferisce al professionista, all'artista, al lavoratore autonomo, ed anche all'imprenditore individuale (qualora sul fattore capitale prevalga l'attivitÓ personale dell'imprenditore medesimo), avendo lo scopo di non privare il debitore della possibilitÓ di vivere con il proprio lavoro, e non essendo suscettibile di interpretazione analogica (costituisce infatti eccezione al principio generale ľ contenuto nell'art. 2740 c.c. ľ secondo cui il debitore risponde dell'adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri, e le limitazioni della responsabilitÓ non sono ammesse se non nei casi stabiliti dalla legge) non pu˛ trovare applicazione con riferimento a societÓ di capitali.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.