Cassazione civile Sez. Lavoro sentenza n. 32 del 5 gennaio 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

Il lavoratore, che in primo grado abbia impugnato il licenziamento sotto profili diversi dall'inosservanza della procedura garantistica di cui all'art. 7 della L. 20 maggio 1970, n. 300, non pu˛ dedurre in appello la questione della nullitÓ del recesso per violazione delle disposizioni del citato art. 7, ostandovi la preclusione stabilita dall'art. 437, secondo comma, c.p.c. NÚ l'esame di tale questione pu˛ essere compiuto dal giudice di appello ai sensi dell'art. 1421 c.c., in base al principio della rilevabilitÓ d'ufficio della nullitÓ in ogni stato e grado del giudizio, ove detto giudice non abbia la possibilitÓ di rilevare dalle risultanze giÓ acquisite i presupposti materiali della pretesa nullitÓ.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.