Cassazione civile Sez. II ordinanza n. 21963 del 21 settembre 2017

(1 massima)

(massima n. 1)

Il rimborso delle attivitÓ svolte dai prestatori d'opera di cui il consulente tecnico d'ufficio sia stato autorizzato ad avvalersi va effettuato applicando le medesime tabelle con cui si determina la misura degli onorari del consulente medesimo, attesa la natura di "munus publicum" che caratterizza l'incarico assegnato a questĺultimo, del quale il professionista ausiliario non pu˛ ignorare l'esistenza e che, inevitabilmente, si riflette anche sul suo rapporto con il consulente.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.