Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 7511 del 2 luglio 1994

(1 massima)

(massima n. 1)

L'art. 353 c.p. (turbata libertą degli incanti) va interpretato nel senso che esso sia applicabile anche nelle cosiddette «gare di consultazione» che si svolgono con ridotto numero di partecipanti, senza osservanza dei termini e delle disposizioni legislative sulla contabilitą di Stato; il reato non sussiste invece se manca una libera competizione tra pił concorrenti come nel caso in cui i singoli potenziali contraenti vengano interpellati l'uno all'insaputa dell'altro.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 15 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.