Cassazione civile Sez. III sentenza n. 7061 del 28 luglio 1997

(1 massima)

(massima n. 1)

Al fine di accertare se una penale, pattuita per l'ipotesi di inadempimento (o ritardo) della controparte, abbia consistenza irrisoria, tanto da risolversi, in concreto, nella esclusione o limitazione della responsabilitÓ per i danni da inadempimento, e nella conseguente violazione del divieto posto dall'art. 1229 c.c., l'intento elusivo non pu˛ essere desunto dal raffronto tra la misura della penale e l'entitÓ del danno poi, in concreto, verificatosi, ma (dovendosi ricostruire, in parte qua, la volontÓ dei contraenti con riguardo al suo momento genetico) tra la misura della penale e l'entitÓ presumibile dell'eventuale, futuro danno da risarcire, ricostruibile secondo una prognosi ex post.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.