Cassazione civile Sez. I sentenza n. 2536 del 9 febbraio 2016

(1 massima)

(massima n. 1)

I conferimenti di beni in natura dei soci fondatori integrano negozi traslativi diretti in favore della societā, sia essa personale o di capitali, la quale, pertanto, nella veste di parte acquirente, č l'unico necessario e legittimo contraddittore della domanda volta a renderli inopponibili, salvo l'interesse dei primi all'intervento adesivo in ragione dell'affidamento riposto nel conferimento in natura, soprattutto se riguardi un bene essenziale all'attivitā sociale la cui eventuale perdita, per effetto dell'azione esecutiva del creditore particolare, ponga a rischio la stessa esistenza della societā.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.