Cassazione civile Sez. III sentenza n. 23705 del 22 novembre 2016

(1 massima)

(massima n. 1)

Ciascun erede Ŕ tenuto a soddisfare il debito ereditario esclusivamente "pro quota", e cioŔ in ragione della quota attiva in cui succede, e, pertanto, non pu˛ essere condannato in solido con i coeredi al pagamento del debito stesso. (Fattispecie in tema di condanna al risarcimento del danno degli eredi del responsabile civile di un incidente stradale).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.