Cassazione civile Sez. III sentenza n. 6658 del 19 marzo 2009

(1 massima)

(massima n. 1)

La sussistenza di un danno patrimoniale da riduzione della capacitÓ di lavoro e di guadagno, in conseguenza di lesioni personali, non pu˛ essere esclusa per il solo fatto che i redditi del danneggiato dopo il sinistro non si siano ridotti, in quanto il giudice deve altresý accertare se le residue energie lavorative della vittima, pur consentendole di conservare al momento il reddito pregresso, comportino per˛ una maggiore usura, e di conseguenza rendano verosimile un'anticipata cessazione dell'attivitÓ lavorativa, ovvero precludano alla vittima la possibilitÓ di svolgere attivitÓ pi¨ remunerative.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.