Cassazione civile Sez. II sentenza n. 4520 del 5 maggio 1998

(1 massima)

(massima n. 1)

La consulenza tecnica, una volta ammessa ed espletata, oltre a fornire al giudice una valutazione relativa a fatti giÓ provati, costituisce fonte oggettiva di prova dei fatti accertati dal consulente e riferiti nella sua relazione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.