Cassazione penale Sez. IV sentenza n. 588 del 20 gennaio 1987

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di omicidio colposo, la circostanza aggravante prevista nella seconda ipotesi del secondo comma dell'art. 589 c.p. (fatto commesso con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro) deve ritenersi sussistente quando č stata posta in essere una condotta antigiuridica contemplata, anche in forma generica, da qualsiasi norma che comunque sia predisposta alla prevenzione degli infortuni sul lavoro. (Nella specie, relativa ad affermazione di responsabilitā per l'ipotesi aggravata, č stato ritenuto irrilevante il fatto che la vittima non fosse un dipendente dell'imputato, gestore di una cava, o comunque un lavoratore addetto alla cava medesima ove si era verificata la frana).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.