Cassazione penale Sez. IV sentenza n. 24823 del 26 giugno 2007

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di circolazione stradale, l'osservanza della regola cautelare imposta dalla legge non vale sempre ad esonerare dalla responsabilitā per il reato colposo quando esistano concrete circostanze che la rendano inidonea, nel caso concreto, a garantire la tutela del bene cui la tutela č preordinata. (Fattispecie in tema di omicidio colposo da incidente stradale in cui č stata ritenuta insufficiente, ai fini di escludere la responsabilitā dell'imputato, la circostanza che egli avesse rispettato i limiti di velocitā, avendo egli omesso di ridurre ulteriormente la velocitā adeguandola alle concrete condizioni della strada, che, nel tratto interessato, era bagnata, con un restringimento della carreggiata e una curva che ostacolava la visuale).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.