Cassazione penale Sez. II sentenza n. 13447 del 12 ottobre 1989

(1 massima)

(massima n. 1)

Risponde del reato di false dichiarazioni sull'identità o sulle qualità personali, di cui all'art. 496 c.p., oltre che di quello di falsità in certificati, di cui all'art. 477 c.p., colui che declini false generalità ad un pubblico ufficiale dopo avergli esibito una patente di guida contraffatta. In tal caso, infatti, si realizza un'ipotesi di concorso di reati, poiché la materialità dei due fatti ed i beni giuridici lesi sono del tutto indipendenti.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.