Cassazione penale Sez. II sentenza n. 3288 del 1 febbraio 2005

(1 massima)

(massima n. 1)

Ai fini della concessione o del diniego delle circostanze attenuanti generiche basta che il giudice del merito prenda in esame quello tra gli elementi indicati nell'articolo 133 c.p. che ritiene prevalente e atto a consigliare o meno la concessione del beneficio; anche un solo elemento che attiene alla personalitÓ del colpevole o all'entitÓ del reato ed alle modalitÓ di esecuzione di esso pu˛ essere sufficiente per negare o concedere le attenuanti stesse.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.