Cassazione penale Sez. II sentenza n. 41742 del 16 ottobre 2015

(1 massima)

(massima n. 1)

L'esclusione della punibilitÓ per particolare tenuitÓ del fatto, di cui all'art. 131-bis cod. pen., ha natura sostanziale ed Ŕ applicabile ai procedimenti in corso alla data di entrata in vigore del D.Lgs. 16 marzo 2015, n. 28, compresi quelli pendenti in sede di legittimitÓ, nei quali la Suprema Corte pu˛ rilevare di ufficio ex art. 609, comma secondo, cod. proc. pen., la sussistenza delle condizioni di applicabilitÓ del predetto istituto, dovendo peraltro limitarsi, attesa la natura del giudizio di legittimitÓ, ad un vaglio di astratta non incompatibilitÓ della fattispecie concreta (come risultante dalla sentenza impugnata e dagli atti processuali) con i requisiti ed i criteri indicati dal predetto art. 131-bis. (Nella specie, la Corte ha escluso l'esistenza dei presupposti per il riconoscimento della causa di non punibilitÓ, rilevando che il fatto era stato considerato dalla sentenza impugnata non episodico, nÚ di modesto allarme).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.