Cassazione penale Sez. V sentenza n. 12630 del 4 dicembre 2000

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di reati concernenti la vendita di armi, il delitto di commercio senza licenza pu˛ ritenersi integrato quando il titolare dell'autorizzazione ne violi i limiti imposti per qualitÓ o quantitÓ, mentre deve escludersi la sussistenza del reato quando la cessione di armi comprese per numero e qualitÓ tra quelle autorizzate avvenga in violazione delle prescrizioni di cui all'art. 35 T.U.L.P.S., in quanto la mancata o falsa registrazione dei destinatari della vendita Ŕ punibile a norma del citato art. 35 o dell'art. 484 c.p. (falsitÓ nei registri e notificazioni).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.