Cassazione penale Sez. III sentenza n. 23128 del 14 giugno 2007

(1 massima)

(massima n. 1)

Il reato di violazione dei sigilli presenta natura plurioffensiva in ragione della sua idoneitā a ledere, oltre che l'interesse della Pubblica autoritā ad assicurare l'indisponibilitā del bene per ragioni di giustizia o altro, anche un parallelo o concorrente interesse di un soggetto privato alla conservazione della identitā del bene. (Fattispecie nella quale la violazione dei sigilli apposti su manufatto abusivo e la conseguente prosecuzione dei lavori avevano arrecato danni al Comune, costituitosi parte civile onde ottenere il risarcimento degli stessi).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.