Cassazione penale Sez. VI sentenza n. 30749 del 23 luglio 2009

(1 massima)

(massima n. 1)

L'attivitā di smaltimento di rifiuti č da considerare un "servizio di pubblica necessitā" e, pertanto, integra il reato di interruzione di un servizio di pubblica necessitā l'inadempimento di tale attivitā che alteri il funzionamento del servizio nel suo complesso. (Fattispecie relativa alla ritenuta insussistenza del reato in relazione alla condotta dell'esercente di un centro di raccolta che aveva occasionalmente impedito lo scarico nel sito di rifiuti ospedalieri all'impresa che li aveva prelevati nei luoghi di produzione e con la quale aveva in tal senso stipulato un accordo contrattuale).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.