Cassazione civile Sez. II sentenza n. 6397 del 6 dicembre 1984

(1 massima)

(massima n. 1)

Nel caso di violazione di disposizioni legittimamente contenute nel regolamento condominiale che stabiliscano il divieto di destinare i singoli locali dell'edificio a determinati usi, il condominio pu˛ chiedere nei diretti confronti del conduttore di un appartamento del fabbricato condominiale la cessazione della destinazione abusiva e l'osservanza in forma specifica delle istituite limitazioni, in quanto il conduttore non pu˛ trovarsi, rispetto al condominio, in posizione diversa da quella del condomino suo locatore e ci˛ alla unica condizione che sia comprovata l'operativitÓ della clausola limitativa, o, in altri termini, la sua opponibilitÓ al condomino locatore.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.