Cassazione civile Sez. III sentenza n. 3127 del 21 maggio 1984

(1 massima)

(massima n. 1)

Il custode dei beni oggetto di sequestro giudiziario pu˛ stare in giudizio come attore o convenuto nelle controversie concernenti l'amministrazione dei beni, ma non in quelle che attengono alla proprietÓ od altro diritto reale degli stessi. Conseguentemente, il custode dei beni ereditari non ha legittimazione in controversia con la quale terze persone, assumendo la loro qualitÓ di legittimari, facciano valere pretese sui beni stessi, incidendo siffatte pretese sulla titolaritÓ di diritti reali, senza riferimento ai compiti di conservazione e di amministrazione del custode.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.