Cassazione civile Sez. III sentenza n. 10128 del 26 maggio 2004

(1 massima)

(massima n. 1)

In una controversia in materia di locazioni iniziata dopo il 30 aprile 1995, nella quale, in virt¨ di quanto disposto dall'art. 447 bis c.p.c., il giudice delle locazioni pu˛ avvalersi dei poteri d'ufficio di cui agli artt. 421 e 437 dello stesso codice, l'esercizio di tali poteri costituisce una facoltÓ discrezionale del giudice, come tale incensurabile in sede di legittimitÓ, e tuttavia qualora di detta facoltÓ il giudice venga espressamente e specificamente richiesto di avvalersi, in caso di mancato accoglimento dell'istanza di parte sul punto deve essere resa una motivazione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.