Cassazione civile Sez. I sentenza n. 2537 del 28 marzo 1990

(1 massima)

(massima n. 1)

Per vincere la presunzione muciana, invocata in relazione ad una molteplicitā di acquisti immobiliari, ancorché compiuti per rilevanti valori nell'arco di anni, il coniuge del fallito deve, ai sensi dell'art. 70, comma primo, L. fall., dimostrare specificamente, sia pure con qualsiasi mezzo, che ciascun singolo acquisto venne compiuto con denaro suo, mentre non č idonea a vincere la detta presunzione una prova che abbia ad oggetto la mera disponibilitā di somme di denaro e cosė indistintamente un insieme di operazioni immobiliari compiute o gruppi di esse.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.