Cassazione civile Sez. II sentenza n. 1357 del 22 febbraio 1996

(1 massima)

(massima n. 1)

A norma dell'art. 1117, n. 1, c.c., le scale di un edificio condominiale, anche se pi¨ di una e poste concretamente al servizio di parti diverse dell'edificio stesso, vanno sempre considerate, in assenza di un contrario titolo negoziale, di proprietÓ comune di tutti i condomini, senza che a ci˛ sia di ostacolo il disposto dell'art. 1123, ultimo comma, c.c., il quale, proprio sul presupposto di tale comunione, disciplina soltanto la ripartizione delle spese per la conservazione ed il godimento di esse, ispirandosi al criterio della utilitÓ che ciascun condomino o gruppo di condomini ne trae.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.