Cassazione civile Sez. III sentenza n. 6964 del 22 maggio 2001

(1 massima)

(massima n. 1)

Non costituisce motivo di nullitÓ del procedimento e della sentenza la trattazione della causa da parte di un giudice diverso da quello individuato secondo le tabelle, determinata da esigenze di organizzazione interna al medesimo ufficio giudiziario, pur in mancanza di un formale provvedimento di sostituzione da parte del Presidente del Tribunale, perchÚ, ai sensi del primo comma dell'art. 156 c.p.c. la nullitÓ di un atto per inosservanza di forme non pu˛ esser pronunciata se non Ŕ comminata dalla legge e pertanto Ŕ configurabile una mera irregolaritÓ, inidonea a produrre alcuna conseguenza negativa sugli atti processuali o sulla sentenza.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.