Cassazione civile Sez. II sentenza n. 2862 del 11 marzo 1995

(1 massima)

(massima n. 1)

L'acquisto dei beni (mobili, immobili e crediti) del defunto da parte dello Stato in mancanza di altri successibili, a norma dell'art. 586 c.c., avviene iure successionis e, quindi, a titolo derivativo, mentre l'acquisto dei beni immobili Ģche non sono in proprietā di alcunoģ, previsto dall'art. 827 c.c., avviene a titolo originario. Pertanto l'art. 67 dello Statuto speciale Trentino-Alto Adige, approvato con D.P.R. 31 agosto 1972, n. 670, stabilendo che Ģi beni immobili situati nella regione che non sono di proprietā di alcuno, spettano al patrimonio della Regioneģ, ha apportato deroga all'art. 827 c.c., ma non ha modificato l'art. 586 c.c., che č tuttora in vigore nel territorio di quella regione, operando nel diverso campo della successione a causa di morte.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.