Cassazione civile Sez. III sentenza n. 7931 del 17 luglio 1991

(1 massima)

(massima n. 1)

L'art. 1054 c.c., ai sensi del quale l'alienazione di un fondo, ove determini interclusione della porzione residua rimasta in proprietą dell'alienante, comporta il diritto di quest'ultimo di ottenere dall'acquirente servitł di passaggio, trova applicazione anche nel caso di trasferimento discendente da prelazione esercitata dall'affittuario a norma dell'art. 8 della L. 26 maggio 1965, n. 590, considerato che il prelazionante si pone nella veste di avente causa (a titolo oneroso) del concedente, non del terzo promissario in forza del preliminare di vendita. Peraltro, qualora le parti stipulanti il preliminare non abbiano tenuto conto, nella determinazione del prezzo, della suddetta servitł (nella specie, in quanto il preliminare riguardava anche quella porzione residua), deve escludersi l'operativitą della citata norma, nel punto in cui nega l'indennitą per il passaggio, restando l'indennitą medesima dovuta secondo i criteri fissati dall'art. 1053 c.c.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.