Cassazione civile Sez. II sentenza n. 2159 del 31 gennaio 2014

(2 massime)

(massima n. 1)

La disposizione dell'art. 732 cod. civ., sulla prelazione del coerede, derogando al principio di libertÓ negoziale, non pu˛ essere estesa alle donazioni, nelle quali, peraltro, si manifesta l'"animus donandi", espressione solidaristica della personalitÓ.

(massima n. 2)

Le facoltÓ che l'art. 732 cod. civ. attribuisce al coerede sono disponibili, ma l'alienazione onerosa di una porzione della quota ereditaria, di per sÚ, non implica rinuncia alle stesse.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.