Cassazione penale Sez. II sentenza n. 881 del 10 maggio 1967

(1 massima)

(massima n. 1)

Ai fini della dichiarazione di professionalitÓ nel reato non Ŕ sufficiente la contestazione della recidiva sia pure nella forma pi¨ grave, perchÚ, a norma dell'art. 105 c.p., essa deve fondarsi sulla valutazione di una serie di altre circostanze che l'imputato deve preventivamente conoscere per potersene efficacemente difendere. Pertanto la incompleta contestazione dei presupposti di fatto e di diritto necessari per la dichiarazione di professionalitÓ nel reato Ŕ, ai sensi dell'art. 186 n. 3 c.p.p., causa di nullitÓ assoluta e insanabile della decisione nella parte concernente la dichiarazione medesima e la conseguente misura di sicurezza.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.