Cassazione civile Sez. III sentenza n. 6023 del 24 aprile 2001

(2 massime)

(massima n. 1)

Nel caso in cui l'assicuratore della responsabilitā civile automobilistica ritardi colposamente il pagamento dell'indennizzo al danneggiato, il danno causato all'assicurato dal ritardo nell'adempimento va commisurato distinguendo tra incapienza e capienza del massimale nel momento in cui l'assicuratore avrebbe dovuto pagare senza provvedervi: nel primo caso, in cui la somma del risarcimento giā superava il limite del massimale; nel secondo, invece, il danno č misurato dalla differenza tra quanto avrebbe potuto pagarsi allora e quanto l'assicurato č stato condannato a pagare per effetto del mancato versamento tempestivo dell'indennizzo al danneggiato.

(massima n. 2)

L'individuazione del rapporto di causalitā tra evento e l'ultimo fattore di una serie causale non esclude la rilevanza di quelli anteriori, che abbiano avuto come effetto di determinare la situazione su cui il successivo č venuto ad innestarsi, il limite alla configurazione del rapporto di causalitā tra antecedente ed evento essendo rappresentato solo dalla idoneitā della causa successiva ad essere valutata, per la sua eccezionalitā rispetto al decorso causale innescato dal fattore remoto, come causa sufficiente ed unica del danno. (Nell'enunciare il principio di cui in massima, la Suprema Corte ha riconosciuto immune da censure la valutazione, contenuta nella sentenza impugnata, di sussistenza del nesso di causalitā tra l'evento epatite da trasfusioni e un incidente stradale nel quale le lesioni prodotte avevano richiesto di eseguire sull'infortunato un intervento chirurgico, nel quale si era fatto ricorso alle trasfusioni).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.