Cassazione civile Sez. II sentenza n. 4222 del 20 febbraio 2009

(1 massima)

(massima n. 1)

L'ultimo comma dell'art 905 cod. civ., il quale esclude l'obbligo di osservare una distanza minima per l'apertura di vedute dirette verso il fondo del vicino quando tra i due fondi contigui vi sia una via pubblica, non presuppone necessariamente che questa separi i fondi medesimi e che questi si fronteggino, ma richiede soltanto che essi siano confinanti con la strada pubblica, indipendentemente dalla loro reciproca collocazione, sicchÚ i fondi possono anche essere contigui o trovarsi ad angolo retto; ci˛ in quanto l'esonero dal divieto Ŕ giustificato dall'identificazione della strada pubblica come uno spazio dal quale chiunque pu˛ spingere liberamente lo sguardo sui fondi adiacenti.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.