Cassazione civile Sez. II sentenza n. 21245 del 10 ottobre 2007

(2 massime)

(massima n. 1)

In relazione alle strade vicinali, benché la loro natura di beni privati di interesse pubblico faccia presumere (fino a prova contraria) l'esistenza sulle medesime di una servitł di uso pubblico a favore del Comune, ai fini del riconoscimento del diritto di comproprietą a favore dei proprietari dei fondi latistanti č necessario allegare e provare di aver conferito, in vario modo e misura, il sedime della strada.

(massima n. 2)

Poiché l'azione di regolamento di confini spetta unicamente ai proprietari confinanti, la mancata prova del diritto di comproprietą esclude la legittimazione attiva all'esercizio di tale azione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.