Cassazione penale Sez. II sentenza n. 2809 del 24 gennaio 2006

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di intercettazioni disposte in procedimenti diversi, l'utilizzazione dei risultati intercettativi č consentita quando sono indispensabili non solo all'accertamento del fatto reato, ma anche con riferimento all'intera imputazione, compresi i fatti relativi alla punibilitā, alla determinazione della pena, alla qualificazione del reato in rapporto alle circostanze attenuanti o aggravanti, ed anche quando l'indispensabilitā č in funzione di riscontro di dichiarazioni accusatorie.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.