Cassazione penale Sez. III sentenza n. 3945 del 10 gennaio 1996

(1 massima)

(massima n. 1)

Il decreto di sequestro, quando contiene l'informazione di garanzia per non essere stato preceduto da quest'ultima, deve assicurare all'indagato la conoscenza di tutti gli elementi elencati dall'art. 369 c.p.p., tra i quali la data del commesso reato e ci˛ al fine di garantire l'espletamento di una completa e fattiva difesa. L'eventuale nullitÓ dell'informazione di garanzia non determina l'invaliditÓ del successivo sequestro, essendo i due provvedimenti del tutto autonomi e non intercorrendo tra gli stessi quel rapporto di connessione e dipendenza causale, logico-giuridica in forza del quale la nullitÓ di un atto si trasmette ai consecutivi ai sensi dell'art. 185, comma 1, c.p.p.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.