Cassazione penale Sez. I sentenza n. 39128 del 16 ottobre 2003

(1 massima)

(massima n. 1)

Ai fini della valutazione di tempestivitÓ della dichiarazione di ricusazione, allorchÚ la causa di quest'ultima sia divenuta nota dopo la scadenza dei termini previsti dall'art. 38, primo comma, c.p.p., la locuzione źdivenuta nota╗ che figura nel comma successivo di tale articolo non pu˛ essere interpretata come potenziale conoscibilitÓ della causa medesima, ma deve essere intesa come conoscenza reale di essa da parte del titolare del potere di ricusare; conseguentemente l'eventuale conoscenza effettiva del solo difensore della parte, sprovvisto di autonoma legittimazione alla dichiarazione di ricusazione, non comporta decadenza della parte dalla facoltÓ di proporla.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.