Cassazione civile Sez. VI-2 ordinanza n. 11330 del 13 maggio 2013

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di servit¨ prediali, quando, a seguito di plurime vendite parziali, il fondo a cui vantaggio sussiste una servit¨ di passaggio venga frazionato in porzioni separate, in modo che una sola di esse rimanga contigua al fondo servente, non si costituisce, per effetto di tale frazionamento, un autonomo diritto di servit¨ a favore della porzione non contigua e a carico di quella contigua al fondo servente, in quanto il principio dell'indivisibilitÓ della servit¨, di cui all'art. 1071 cod. civ., riguarda il fondo servente e non quello dominante. Ne consegue che il proprietario della porzione non contigua al fondo servente non ha titolo per accedere a questo attraverso la porzione interposta tra quella di sua proprietÓ e il fondo servente medesimo.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.