Cassazione civile Sez. VI-2 ordinanza n. 12051 del 17 maggio 2013

(1 massima)

(massima n. 1)

In tema di distanze delle costruzioni dalle vedute, agli effetti dell'art. 907 cod. civ., il divieto di fabbricare opere in pregiudizio dell'esercizio di una servit¨ di veduta, supponendo una modifica dell'assetto dei luoghi richiedente un'attivitÓ costruttiva, non pu˛ estendersi alla creazione di barriere naturali, quali le siepi vive, cui Ŕ applicabile la diversa disciplina prevista dall'art. 892, primo comma, n. 3, cod. civ.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.