Cassazione civile Sez. II sentenza n. 13695 del 22 giugno 2011

(1 massima)

(massima n. 1)

La sentenza di accoglimento della domanda diretta ad accertare l'avvenuto trasferimento della proprietÓ di un immobile a mezzo di scrittura privata con firma non autenticata presuppone l'accertamento, con efficacia di giudicato, della autenticitÓ della sottoscrizione di tale scrittura. Ne consegue che, in tale ipotesi, non pu˛ essere trascritta la pronuncia giudiziale, in quanto non rientrante in alcune delle fattispecie contenute nell'art. 2643 c.c., ma si pu˛ procedere alla trascrizione della scrittura privata ai sensi dell'art. 2657 c.c.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterÓ seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.