Cassazione civile Sez. I sentenza n. 20637 del 22 ottobre 2004

(2 massime)

(massima n. 1)

In tema di azione di responsabilitÓ nei confronti di amministratori e sindaci, per il cui esercizio da parte del curatore fallimentare l'art. 146 legge fall. richiede che sia sentito il comitato dei creditori, i vizi inerenti alla procedura di preventiva audizione del comitato dei creditori non possono essere fatti valere mediante una diretta impugnativa in sede contenziosa dell'atto posto in essere dal curatore, ma sono deducibili soltanto nell'ambito della procedura fallimentare, con reclamo avanti al tribunale fallimentare.

(massima n. 2)

In tema di decorrenza del termine di prescrizione per l'esercizio dell'azione di responsabilitÓ verso amministratori e sindaci ai sensi dell'art. 2394 c.c., l'azione di responsabilitÓ relativa pu˛ essere proposta dai creditori sociali dal momento in cui l'insufficienza del patrimonio sociale al soddisfacimento dei crediti risulti da qualsiasi fatto che possa essere conosciuto anche senza verifica diretta della contabilitÓ della societÓ, non richiedendosi a tal fine che essa risulti da un bilancio approvato dall'assemblea dei soci. (Principio espresso in fattÝspecÝe di azione di responsabilitÓ esercitata dal curatore del fallimento, ex art. 146 legge fall.).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.