Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 497 Codice penale

(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)

[Aggiornato al 30/06/2020]

Frode nel farsi rilasciare certificati del casellario giudiziale e uso indebito di tali certificati

Dispositivo dell'art. 497 Codice penale

Chiunque si procura con frode un certificato del casellario giudiziale o un altro certificato penale relativo ad altra persona(1), ovvero ne fa uso per uno scopo diverso da quello per cui esso è domandato(2), è punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa fino a euro 516.

Note

(1) Per altri certificati penali s'intendono ad esempio i certificati dei cosiddetti carichi pendenti, in cui sono annotati i procedimenti in corso in cui un soggetto ha assunto la qualità di imputato.
(2) Non vi rientrano le ipotesi in cui nella domanda non sia necessario indicare alcun scopo.

Ratio Legis

Tradizionalmente si considera che il legislatore abbia qui voluto tutelare la fede pubblica contro quei comportamenti violativi del "diritto all'oblio" da parte delle persone e della riservatezza, con particolare riguardo ai dati sensibili contenuti nel casellario giudiziale. Tuttavia alcuni autori ritengono invece che qui si debba considerare garantito l'interesse alla corretta amministrazione della giustizia.

Spiegazione dell'art. 497 Codice penale

La norma in oggetto punisce la condotta di chi si procuri fraudolentemente un certificato del casellario giudiziale (artt. 685690) o altro certificato penale (art. 335) relativo ad altra persona, ovvero per uno scopo diverso da quello per cui è richiesto.

Data la necessaria modalità fraudolenta, è stato chiarito che il reato in esame non può che riferirsi che a persona diversa da quella per cui si richiede il certificato, dato che per quest'ultimo non deve essere indicata alcuna causale, e quindi non vi è possibilità di elusione fraudolenta delle modalità di emissione del certificato stesso.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterą seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

Testi per approfondire questo articolo

  • Efficacia giuridica e falso. Per un «concezione normativa» della fede pubblica

    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: novembre 2010
    Prezzo: 26,00 -5% 24,70 €

    La novità del libro è lo studio del "falso" come figura pluridimensionale di qualificazione giuridica. Con una concezione strettamente normativa, l'autore indica negli artt. 537 e 675 c.p.p. la norma centrale dell'intero sistema di tutela della fede pubblica documentale e individua nell'efficacia giuridica (non solo di tipo probatorio) il contenuto dell'aspettativa sociale tutelata dai delitti di falso in atto pubblico, traendo, in merito al delitto di cui all'art. 479 c.p.,... (continua)