Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 641 Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

[Aggiornato al 28/02/2021]

Effetti dell'inammissibilitą o del rigetto

Dispositivo dell'art. 641 Codice di procedura penale

1. L'ordinanza che dichiara inammissibile [634] la richiesta o la sentenza che la rigetta [637] non pregiudica il diritto di presentare una nuova richiesta fondata su elementi diversi.

Ratio Legis

Tale norma svolge una funzione di garanzia per il cittadino cui viene garantita la possibilità di riproporre richiesta di revisione.

Spiegazione dell'art. 641 Codice di procedura penale

Ai sensi del presente articolo, l'ordinanza che dichiara inammissibile la richiesta e la sentenza che la rigetta non pregiudicano il diritto di presentare una nuova richiesta, purché fondata su motivi diversi.

Per "elementi diversi" s'intendono elementi costitutivi dei mezzi di prova ovvero delle circostanze funzionali alla ricostruzione del fatto che, se diversi da quelli posti a fondamento della richiesta di revisione rigettata, possono permetterne la riproposizione, pur restando invariate le ragioni che sostengono la domanda, individuata sulla base delle ipotesi contemplate dall'art. 630.

Inoltre, nell'ipotesi in cui la prima richiesta di revisione fosse stata dichiarata inammissibile per vizi di forma, si ritiene ammissibile la presentazione di una richiesta fondata sugli stessi elementi, che corregga i precedenti vizi meramente formali.

Tesi di laurea correlate all'articolo

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.