Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 578 bis Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

[Aggiornato al 28/02/2020]

Decisione sulla confisca in casi particolari nel caso di estinzione del reato per amnistia o per prescrizione

Dispositivo dell'art. 578 bis Codice di procedura penale

1. Quando è stata ordinata la confisca in casi particolari prevista dal primo comma dell'articolo 240 bis del codice penale e da altre disposizioni di legge o la confisca prevista dall'articolo 322 ter del codice penale, il giudice di appello o la corte di cassazione, nel dichiarare il reato estinto per prescrizione o per amnistia, decidono sull'impugnazione ai soli effetti della confisca, previo accertamento della responsabilità dell'imputato(1).

Note

(1) Il presente articolo è stato inserito dall'art. 6 del D. Lgs. 01/03/2018, n. 21 concernente "Disposizioni di attuazione del principio di delega della riserva di codice nella materia penale a norma dell'articolo 1, comma 85, lettera q), della legge 23 giugno 2017, n. 103", con decorrenza dal 06/04/2018.
Tale disposizione è stata successivamente modificata dall'art. 1 comma 4 lett. f) della L.9 gennaio 2019 n. 3.

Spiegazione dell'art. 578 bis Codice di procedura penale

La confisca, misura di sicurezza patrimoniale, consiste nell'espropriazione delle cose che servirono o furono destinate a commettere il reato ovvero che ne rappresentano il prodotto, il profitto o il prezzo. L'articolo 240 bis e l'articolo 322 ter c.p. prevedono dei casi particolari di confisca obbligatoria e di confisca c.d. per equivalente, in cui l'imputato non può giustificare altrimenti la provenienza del denaro o dei beni.

Fatte le dovute premesse, la norma in commento stabilisce che il giudice, nel momento è tenuto a dichiarare l'estinzione del reato per prescrizione o amnistia (v. articolo 578), decide sull'impugnazione ai soli effetti civili.

La disposizione trova chiaramente applicazione solo quando l'imputato, dopo essersi visto confiscare i beni, impugni la sentenza solo per ottenere vantaggi in tal senso, dato che il reato è appunto estinto.

In ossequio agli ormai pacifici orientamenti della Corte europea del diritti dell'Uomo in tema di natura penalistica della confisca (con conseguente necessario accertamento della responsabilità dell'imputato anche in caso di confisca), la norma prevede che il giudice accerti comunque la commissione del reato da parte dell'imputato.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.